Orva con Crédit Agricole per lo sviluppo delle filiera del pane industriale

OR.V.A. Srl, eccellenza italiana impegnata da 40 anni nella produzione di piadina romagnola, pani morbidi e sostitutivi del pane, ha stretto un accordo con Crédit Agricole Italia per l’attivazione del servizio di Confirming, aderendo così alla piattaforma di Supply Chain Finance.

Con questa soluzione, che offre ai fornitori la facoltà di cedere all’istituto bancario i crediti commerciali derivanti da fatture vantate nei confronti del Capofiliera, beneficiando dello standing creditizio del Capofiliera stesso, Crédit Agricole Italia esce dal perimetro dei servizi bancari tradizionali, affiancando imprese e territori, e diventando parte integrante dell’ecosistema di filiera stesso, con benefici per tutti gli attori coinvolti.

ORVA, fondata nel 1979 a Bagnacavallo (RA), è oggi presente con i suoi prodotti nei principali mercati, sul territorio nazionale ed estero. L’azienda è da sempre portavoce di valori quali sostenibilità ambientale, attenzione alle persone e al contesto lavorativo in cui queste operano, attraverso scelte tecnologiche innovative che rendono ORVA tecnicamente all’avanguardia ed ecologicamente responsabile. Una visione che si estende, anche grazie alla collaborazione con Crédit Agricole Italia, a tutta la filiera produttiva.

“L’approccio di filiera “Non solo Impresa” dimostra la vicinanza di Crédit Agricole Italia alle esigenze dei territori, a dimostrazione di un impegno continuo del Gruppo nel sostenere concretamente lo sviluppo delle filiere produttive del Made in Italy – dichiara Marco Perocchi, Responsabile Direzione Banca d’Impresa di Crédit Agricole Italia. Attraverso questi accordi, l’intera catena del valore ne trae benefici in termini di crescita virtuosa e rispettosa dell’ambiente, grazie anche alla certificazione ISO di Bureau Veritas che ne valida la sostenibilità finanziaria”.

“È con grande soddisfazione che ho sottoscritto con Crédit Agricole Italia questo accordo di filiera – dichiara Luigi Bravi, Presidente del Gruppo ORVA. L’accordo porta vantaggi sia al nostro Gruppo che ad alcuni dei suoi maggiori fornitori di materie prime, in un’ottica di rafforzamento dei rapporti di collaborazione e di sviluppo.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.