Cresce l’attesa per Beer&Food Attraction con il pieno di adesioni

A un mese dall’apertura  scalda i motori Beer&Food Attraction, la cui 7ª edizione si svolgerà, in contemporanea alla 4ª BBTech expo e all’11ª International Horeca Meeting di Italgrob, dal 27 al 30 marzo alla Fiera di Rimini. 

Giorno dopo giorno si aggiorna la lista degli espositori, che coinvolge i nomi delle principali aziende dell’intera filiera horeca. Tra queste segnaliamo, per le birre: Heineken, Paulaner, Birra Peroni, Krombacher, Warsteiner, Carlsberg e il Birrificio Baladin, per fare solo alcuni dei nomi più conosciuti.
Nel beverage presenti i grandi marchi: da Coca-Cola a Pepsi, da San Pellegrino a Ferrarelle, da Lete a San Benedetto. E ancora: Conserve Italia, Red Bull, Plose e Zuegg.
Importanti le adesioni anche in campo food , tra gli altri: Surgital, Menù, Greci, Demetra, Nonno Nanni, Philadelphia, Lantmannen, Danish Crown e Valle Spluga.

Abbiamo raggiunto alcuni protagonisti delle aziende che ci raccontano perché esporranno a Beer&Food Attraction e cosa si aspettano dal ritorno in presenza di questa edizione 2022.

“Per un settore come quello Ho.Re.Ca.,” sostiene Massimo Furlan – direttore dell’Università della Birra Heineken , “in cui la relazione con il pubblico e la socialità sono alla base del successo di molte attività imprenditoriali, il ritorno in presenza è un vero segnale di ripartenza e di fiducia. L’occasione della fiera è quindi un importante momento per ritrovarsi, confrontarsi e alimentare così la ripresa. Beer&Food Attraction è sicuramente uno degli appuntamenti più attesi del settore, un’occasione di confronto con gli operatori e una vetrina autorevole in cui presentare non solo nuovi prodotti, ma anche – e questo vale soprattutto per Università della Birra, Centro di Formazione d’eccellenza del Gruppo HEINEKEN Italia per gli operatori di settore – nuove iniziative, progetti, idee e visioni”. 

“Riteniamo molto importante essere presenti a Beer&Food Attraction”, afferma Teo Musso, mastro birraio, ideatore e fondatore del Birrificio Agricolo Baladin, “per poterci incontrare in presenza con il mondo della distribuzione e allo stesso tempo riuscire a confrontarci con i colleghi artigiani e con gli operatori che attivamente contribuiscono alla crescita del nostro ambiente”.

E c’è grande attesa anche da parte delle aziende del food, con alcuni illustri graditi ritorni: “Surgital ha come core business da oltre quarant’anni il canale del fuoricasa che presidiamo offrendo pasta fresca, sughi e piatti pronti surgelati”, sottolinea Elena Bacchini, direttore marketing Surgital. “Essere presenti alla fiera di Rimini Beer&Food Attraction per noi è un segnale importante dopo due anni davvero difficili che hanno messo a dura prova il nostro settore: significa riprendere la tanto attesa normalità. È un appuntamento che offre ai professionisti italiani una panoramica completa dell’out of home e noi, da protagonisti, porteremo il nostro patrimonio di tradizione e innovazione ”.

Secondo Federico Masella, responsabile marketing Italia – Menù Srl , Beer&Food Attraction “è una fiera particolarmente rivolta ai consumi fuori casa del target giovane e si rivolge a canali in forte sviluppo come quello della ristorazione veloce e ai format legati alla tendenza della destrutturazione dei pasti. Per questi motivi Menù ha deciso di partecipare, grazie anche ad un’offerta di qualità sempre più specializzata in questa direzione. I primi mesi dell’anno sono di vitale importanza per noi, perché in vetrine fieristiche di grande rilevanza come può essere quella di Beer&Food Attraction abbiamo la possibilità di presentare le nostre grandi novità per il 2022 e di preparare al meglio la stagione”.

Definito anche il layout di BBTech expo, che si concentrerà nei padiglioni A2 e A3 del quartiere fieristico riminese. Secondo Guglielmo Gai – amministratore delegato GAI Macchine S.p.A ., “Ad oggi BBtech expo è l’unica fiera credibile per il comparto Craft Beer in Italia. Fiera che attrae tutti i produttori. Per noi è un’occasione imperdibile di incontro e di comunicazione delle nostre novità. Tutte le fiere sono importanti, ma quello che apprezziamo molto di BBTech expo è il taglio tecnico che si cerca di dare. Molto importante anche la capacità di attrarre visitatori qualificati. Negli ultimi anni è anche cresciuto il numero di visitatori stranieri, permettendo di ampliare ulteriormente le possibilità di fare contatti”.

Parlando del layout delle manifestazioni: i padiglioni A7 e C7 saranno dedicati al food, il C5, C6, A3 e A4 al beer&beverage, con l’A3 condiviso con BBTech expo, che si estende anche nell’A2. A5 e A6 saranno invece dedicati all’International Horeca Meeting di Italgrob, quest’anno ancora più integrato all’interno delle fiere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *