Inaugurata la 43esima edizione del SIGEP Fiera di un settore da 10 miliardi di euro

SIGEP 2022

E’ stata inaugurata questa mattina da Gian Marco Centinaio, sottosegretario di Stato per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, la 43esima edizione del SIGEP, il Salone internazionale della gelateria e pasticceria artigianali, della panificazione e del caffè organizzata da IEG – International Exhibition Group.

Alla cerimonia inaugurale, con Centinaio, anche Lorenzo Cagnoni, presidente di IEG Jamil Sadegholvaad, sindaco di Rimini; Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna.

“Tutte le filiere produttive sono nel bel mezzo di una tempesta perfetta, con aumenti vertiginosi delle materie prime, del gas e dei carburanti che colpiscono le economie della produzione, della distribuzione e del consumo. L’attenzione del Governo, oltre a essere orientata a ottimizzare gli aiuti del PNRR e dei fondi europei, è rivolta a combattere fenomeni speculativi che si abbattono anche sulla filiera del grano e dell’agroalimentare. In questo settore l’Italia è protagonista nel mondo con 52 miliardi di export. Il nostro Paese non esporta prodotti, ma veri e propri sogni: da questo concetto dobbiamo ripartire per far conoscere nel mondo ancora più prodotti, territori e tradizioni”, ha detto Centinaio.

In Fiera  presenti 950 espositori disposti su 90 mila metri quadri totali di superficie, per un settore, quello del foodservice dolce e dell’horeca italiano, che nel 2021 si stima abbia generato un valore complessivo di 9,5 miliardi di euro di fatturato. La manifestazione accoglie oltre 300 buyer, provenienti da più di 70 paesi, con 3.500 incontri fissati.

A questa edizione mancano, naturalmente, espositori e buyer russi e ucraini. In particolare i primi rappresentavano un importante riferimento per l’export del settore.
Per quanto riguarda l’Ucraina l’AD di IEG, la società che organizza anche il SIGEP, Corrado Peraboni, ha detto che sono allo studio inziigtive per gevolere, quando sarà possibile, la ripresa economica degli operatori ucraini.

Soddisfatto per questa ripartenza Lorenzo Cagnoni, presidente di IEG. “Questa inaugurazione è molto importante per il settore per tanto aspetti. Soprattutto ha un valore simbolico di ripartenza, una ripartenza che contiamo possa essere stabile e duratura”, ci ha detto.
Secondo Cagnoni la risposta degli operatori è stata molto buona “e questo lascia ben sperare per il futuro. Perchè il 2022 può essere considerato un anno di transizione. Ma da quello che stiamo vedendo proprio in queste ore e in questi giorni si tratta di una transizione molto positiva che lasxcia ben sperare per le edizioni dei prossimi anni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *