Banco BPM rifinanzia l’indebitamento di Rummo

Banco BPM ha concesso un finanziamento di 42 milioni di Euro al pastificio Rummo di Benevento L’operazione finanziaria ha una durata di cinque anni: è finalizzata al rifinanziamento dei debiti bancari residui dopo il forte indebitamento al quale il pastificio è stato costretto per ripristinare i gravi danni provocati dall’alluvione dell’ottobre 2015 all’intero stabilimento, tra macchinari, impianti e magazzino, con conseguente blocco dell’attività produttiva. 

“L’operazione conclusa con Banco Bpm, prestigioso partner col quale abbiamo lavorato con entusiasmo e con orgoglio, chiude nel migliore dei modi il capitolo della ricostruzione della Rummo -sottolinea Cosimo Rummo, presidente e ceo di Rummo spa-. Da domani potremo finalmente concentrarci sui nostri obiettivi industriali e sui programmi di crescita consolidando l’ottimo andamento degli ultimi anni”. 

Con la ripresa dell’attività nel maggio 2016 la società ha dato avvio alla sua ricostruzione, favorita anche dalla gara di solidarietà condotta con il claim Saverummo che ha avuto larga visibilità in tutta Italia. Nei cinque anni successivi la società è riuscita ad affermarsi non solo in Italia ma anche all’estero. Questo grazie a un percorso di espansione che la vede presente in oltre 60 paesi tra cui Francia, Stati Uniti, Svizzera, Gran Bretagna e Olanda.

Al successo commerciale ha fatto seguito un recupero finanziario caratterizzato da una riduzione del debito iniziale, sceso a meno di un terzo. Questo ha reso possibile l’accordo di finanziamento definito con Banco Bpm. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *