Partesa amplia l’offerta di vini e lancia nuovi servizi per l’Horeca

Partesa, società attiva nella distribuzione all’Horeca e parte del Gruppo Heineken, ha ampliato il suo portfolio che conta circa 120 produttori di vino, con la cantina cilentana San Salvatore 1988, la lucana Terra dei Re, l’altoatesina Plonerhof, Eric Taillet Champagne e H. Cuvelier & Fils. 

Partesa ha anche ideato la “Cantera del Vino”, un nuovo percorso formativo con l’obiettivo “di trasferire valori, metodi e obiettivi di un settore in straordinaria evoluzione, formando consulenti capaci di offrire un servizio personalizzato rispetto alle esigenze dei gestori di ristoranti, enoteche e wine bar”. La formazione si compone di due sessioni: una dedicata agli “wine specialist”, ovvero gli esperti che affiancano il gestore dei locali nella definizione della carta vini, e l’altra ai venditori. Nel primo caso, si propongono incontri in presenza con sessioni di degustazione e formazione teorica su vari argomenti affinché siano in grado di interfacciarsi e consigliare qualunque tipo di clientela. Nel secondo caso, sono invece previsti incontri web e/o in presenza per approfondire “il mondo del vino di Partesa ricercando leve commerciali applicabili da subito sul mercato”. Il tutto arricchito da degustazioni e percorsi di storytelling con vari personaggi del mondo del vino.

A questi si aggiungono i “Tasting Lab”: eventi ad hoc in cui venditori e clienti possono conoscere e degustare nuove referenze in portfolio o nuove annate attraverso un forte storytelling, e i wine lab, rivolti ai clienti e dedicati a produttori locali e/o alcuni nazionali con la presentazione dei vini a un banco degustazione.

Partesa, attiva da 33 anni, oggi opera in 13 regioni con 40 depositi, impiega circa mille persone e conta oltre 42mia clienti, a cui offre oltre ottomila referenze nell’ambito della birra, del vino, degli spirits, delle bevande analcoliche e del food.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *