Mangiaresano: Natruly cresce sul mercato italiano e incontra Foorban

Centomila unità di prodotto venduto. Cinque tonnellate di creme di frutta secca e 70 quintali di cioccolato con radice di cicoria consumati. Quattro accordi strategici in via di definizione e 2 ambiziose partnership in partenza a settembre. Sono i principali risultati del primo semestre 2022 in Italia della spagnola Natruly, brand salutistico che vuole cambiare il mondo attraverso ciò che mangiamo.  A coronare il primo semestre di successi, l’accordo avviato in questi giorni con l’italiana Foorban, entrata nel mercato della pausa pranzo con un modello inedito organizzato per controllare tutto il processo, dalla alla produzione alla consegna, con l’obiettivo di rendere semplice mangiare sano sul posto di lavoro.

Natruly e Foorban sono 2 rivoluzioni del food che si uniscono: due formule di successo, due imprese innovative che puntano su alimentazione consapevole, sostenibilità, benessere fisico e mentale attraverso il cibo. Attenzione agli ingredienti, ai valori nutrizionali e alla sostenibilità, ricerca e sviluppo tesi alla sperimentazione di proposte sane che non mettano mai in secondo piano il gusto, capacità decisionali rapide: sono i principali punti in comune delle due aziende che si sono incrociate a Cibus nel maggio di quest’anno e che a tempo di record hanno siglato un accordo. Foorban inserisce quindi i prodotti Natruly – con ordini di circa 4 mila pezzi al mese – nei menù che propone a chi desidera poter contare su un’alimentazione sana anche in ufficio: piatti bilanciati, ispirati alla cucina mediterranea, che coniugano l’attenzione ai valori nutrizionali alle caratteristiche di freschezza, stagionalità e gusto, in confezioni 100% riciclabili.

Le referenze di Natruly, ideate per la colazione, spuntini veloci o per diventare ingredienti di ricette sane, in Italia hanno conquistato anche Foorban, un brand moderno che si distingue per il processo di selezione rigoroso e che non transige sul livello qualitativo. «L’accordo con Foorban è un ulteriore attestato per i nostri prodotti in termini di gusto, qualità e salubrità – spiega Niklas Gustafson, fondatore di Natruly insieme a Octavio Laguía –, un risultato importante soprattutto in una fase in cui il dramma della guerra in Ucraina sta stravolgendo le regole, inducendo i buyer a concentrarsi esclusivamente sulle contrattazioni con gli attuali fornitori per calmierare gli aumenti consistenti delle materie prime, senza dare più spazio e attenzione a potenziali a nuovi inserimenti, opportunità o brand».

Con questo risultato Natruly celebra il suo primo semestre in Italia, costellato da continui apprezzamenti da parte dei consumatori. La rete di vendita, partita alla fine dello scorso anno con accordi con alcuni dei principali player del settore salutistico, come Macrolibrarsi, Sorgente Natura, Numeri Primi, Naturplus, Melaverde Bio, si è allargata rapidamente a Vitamin Center e Probios, rispettivamente riferimenti dell’alimentazione per gli sportivi e biologica. Le vendite hanno superato le aspettative e l’entusiasmo dei consumatori sta spingendo l’attenzione di numerose grandi catene verso il brand spagnolo. Sul podio dei prodotti più amati la barretta mandorle e anacardi, il cioccolato con radice di cicoria (in varie versioni, dalle tavolette alla spalmabile e alle arachidi ricoperte), le kale chips (croccante spuntino salato realizzato con ingredienti di origine vegetale), oltre al burro di arachidi, ritenuto in assoluto il migliore in circolazione. Tra i punti di forza più apprezzati: la completa assenza di zucchero, il prezzo al chilo decisamente competitivo, il packaging divertente da cui è nato il nome “il cioccolato che sorride”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.