Myrea, alimenti low FODMAPs, si presenta al pubblico in occasione di SANA 

Il 10% degli italiani soffre della sindrome del colon irritabile (IBS, Irritable Bowel Syndrome), che si presenta con dolore o gonfiori addominali, oltre che disfunzioni intestinali. Oggi non esiste una vera e propria cura, ma la ricerca scientifica (si veda l’approfondimento) ha evidenziato come una dieta a basso contenuto di FODMAPs (Oligosaccaridi, Disaccaridi, Monosaccaridi e Polioli Fermentabili) possa dare sollievo a quanti soffrono di questa sindrome.

E’ pensando alle esigenze di queste persone che è nata Myrea, la gamma di alimenti e integratori low FODMAPs lanciata dalla romagnola BruPi, che verrà presentata ufficialmente a SANA (Fiera Bologna 8-11 settembre, Pad. 29 stand B68).

I prodotti Myrea rispondono all’esigenza di dare a chi soffre di IBS prodotti per gestire l’alimentazione di ogni giorno perché a basso contenuto di FODMAPs. Sono il risultato di anni di studi approfonditi sulle materie prime, sulle formulazioni e sulle modalità di produzione.

Il basso tenore finale di FODMAPs è frutto della rigorosa selezione delle materie prime, il più possibile di provenienza italiana, e del fatto che il processo di produzione prevede l’uso di un particolare fermento a base di ceppi batterici selezionati, brevettato, che degrada eventuali FODMAPs, compresi quelli che si formano durante il processo tecnologico di preparazione.

Ogni porzione di alimenti a marchio Myrea, calcolata sulla base delle linee guida del SINU Società Italiana di Nutrizione Umana – per la popolazione italiana, contiene livelli di FODMAPs ritenuti accettabili per chi soffre di IBS.

Tutti i prodotti sono stati testati in laboratorio in collaborazione con il Dipartimento di Chimica dell’Università degli Studi di Parma e si appoggiano a importanti ricerche condotte dalla Monash University. Le referenze sono riconosciute da ACINI (Associazione del Colon Irritabile Nazionale Italiana).

Due le linee che compongono l’offerta: Myrea Food, prodotti alimentari della tradizione italiana, e Myrea Erbs, integratori e tisane.

Myrea Food è nata per replicare alimenti tipici come cracker, grissini, piadine e base pizza, utilizzando come base la farina di farro spelta, riconosciuta nelle linee guida come a ridotto contenuto di FODMAP se fermentata, arricchita da canapa, che ha un buon tenore in grassi e fibre tollerabili anche per chi soffre di IBS. A SANA verrà presentata in particolare l’ultima nata della linea: la pasta secca nel formato caserecce. Per ottobre è previsto il lancio di nuove referenze: biscotti, focaccia e schiacciatina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *