Gruppo Felsineo investe circa 4 milioni di euro nel nuovo impianto di macinatura

Felsineo S.p.A. Società Benefit inaugura oggi il nuovo impianto di macinatura, centrale nella produzione della mortadella. Si tratta di una soluzione all’avanguardia, progettata in via esclusiva per Felsineo, in grado di incrementare la produttività, garantire un significativo miglioramento dell’efficienza energetica e idrica, oltre ad una riduzione delle emissioni inquinanti.

Con un fatturato 2021 di 50 milioni di euro e un organico di 136 dipendenti, Gruppo Felsineo, da sempre attento all’innovazione, ha scelto di dotarsi di un impianto basato su tecnologie digitali, su sistemi di controllo e supervisione in linea con il piano d’impresa 4.0.

L’operazione è frutto di un investimento di circa 4 milioni di euro e consente a Felsineo S.p.A. Società Benefit di conseguire un aumento di produttività che si attesta intorno ad una percentuale del 16%.

L’impianto di macinatura 4.0 presenta un nuovo sistema di carico della materia prima, con sollevatori dotati di rilevazione automatica del peso. Le informazioni sulla chiamata dalla ricetta sono consultabili dagli operatori sui display installati nelle diverse postazioni, permettendo così la verifica del corretto approvvigionamento.

La carne viene macinata a bassa velocità tramite una tecnologia a vite di spinta e un gruppo di taglio ad estrusione. Sono stati rinnovati anche i tritacarne raffinatori, in grado di lavorare la carne in maniera più rispettosa.

Tutti i motori principali della linea sono dotati di inverter, necessari sia per controllare la potenza erogata, affinché venga utilizzata solo l’energia necessaria all’effettiva lavorazione del prodotto, sia per monitorare lo stato di salute delle macchine. Il software di gestione del nuovo impianto è infatti in grado di scambiare in tempo reale i dati di funzionamento, rendendo così possibile la riduzione dei fermi produttivi per rotture accidentali, l’ottimizzazione del flusso del prodotto e il monitoraggio dei consumi energetici.

La digitalizzazione del processo e l’implementazione di sistemi di controllo e supervisione più evoluti, ha reso necessaria una formazione specifica del personale, che ha portato con naturalità ad un approccio diverso, più votato all’attenzione verso tutto ciò relaziona l’azienda ai propri stakeholder: la precisione della ricetta, il dettaglio nella tracciabilità, la riduzione degli sprechi, che rappresentano oggi, senza dubbio, una visione sostenibile del lavoro di Gruppo Felsineo lungo tutto il processo produttivo.

La gestione automatica dei dosaggi degli ingredienti rende possibile la standardizzazione dell’alta qualità di tutta la produzione, come sottolineato anche da Andrea Raimondi, Presidente di Gruppo Felsineo: “Grazie alla possibilità di inserire automaticamente i dosaggi e di tracciare, lotto per lotto, le fasi di avanzamento della lavorazione, i parametri legati alla materia prima e alle successive trasformazioni, è possibile ottenere prodotti sempre più contraddistinti dal marchio d’eccellenza qualitativa di Felsineo. Il nuovo impianto di macinatura 4.0 rappresenta un’importante svolta innovativa nel nostro processo produttivo che ci permette un grande passo in avanti nel nostro agire sostenibile”.

Proprio sul contributo del nuovo impianto alle politiche di sostenibilità del Gruppo, si è soffermata anche Emanuela Raimondi, Amministratore Delegato di Gruppo Felsineo: “La nuova linea di macinatura rappresenta il raggiungimento di un sub-obiettivo importante lungo la nostra via della filiera. Con la trasformazione in Società Benefit, ci siamo presi l’impegno, tra gli altri, di “Contribuire all’innovazione attraverso attività di ricerca e di sperimentazione e mediante l’adozione di nuove soluzioni nei processi, nei prodotti e nelle formule organizzative.” Il nuovo impianto racchiude in sé tutti questi aspetti ed è quindi la più bella dimostrazione di quanto il lavoro di tutti, all’interno del nostro Gruppo, sia focalizzato a 360° su questa visione strategica, dando ampie e concrete prospettive alla crescita sostenibile della nostra realtà. È proprio così che, insieme ai nostri stakeholder, desideriamo camminare a passo spedito verso un mondo più verde e un futuro più rosa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *