Produzione vinicola: Italia ai vertici mondiali

L’Italia si conferma al vertice della produzione mondiale, con 50,3 milioni di ettolitri di vino prodotto nel 2022, un dato in linea con il 2021. Segue con 44,2 milioni di ettolitri prodotti la Francia, che registra +17% sul 202. Italia e Francia insieme rappresentano il 60% della produzione Ue e il 36% della produzione mondiale.

Sul terzo gradino del podio la Spagna, con un dato stimato a 33 milioni di ettolitri, archiviando un calo del 6% sul 2021 e del 12% sulla media degli ultimi cinque anni per colpa della siccità. Da segnalare anche i dati di Germania (8,9 milioni di ettolitri, +2%), Romania (4,6 milioni di ettolitri, +4%), mentre performance negativa per il Portogallo con 6,7 milioni di ettolitri (-8%). Nei paesi al di fuori dell’Europa, le stime produttive per il 2022 vedono gli Usa a quota 23,1 milioni di ettolitri, in calo del 6% negli ultimi cinque anni. In Sud America il Cile con 12,4 milioni di ettolitri si conferma il primo produttore (-7%), seguito da Argentina 11,4 milioni di ettolitri (-9%) e Brasile 3,2 milioni di ettolitri (-10%). Da notare i dati di Australia 12,1 di milioni di ettolitri (-18%), Sud Africa 10,4 milioni di ettolitri (-4%), mentre balzo della Nuova Zelanda con 3,8 milioni di ettolitri a +44%.

Sono questi i dati diffusi dall’OIV – Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino secondo cui per il 2022 si stima una produzione globale di 259,9 milioni di ettolitri, in calo dell’1% rispetto al 2021 e inferiore alla media degli ultimi 20 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *