Assobirra chiede il blocco dell’aumento delle accise

“Il comparto della birra, 850 grandi, medie e piccole aziende, 9 miliardi di valore complessivo generato, 118.000 dipendenti e oltre 250 milioni di investimenti solo negli ultimi 4 anni, vive con grande apprensione i lavori sulla Legge di Bilancio, in quanto rischia di dover fronteggiare un aumento insostenibile della tassazione a partire dal 1° gennaio 2023”.

L’allarme è lanciato da Assobirra secondo cui gli aumenti “impatteranno in modo devastante sui piani di investimento in impianti, crescita e sviluppo della filiera agricola delle aziende e che vedrebbero un aggravio fino al 30% del costo di accise nei piccoli produttori. Da qui la richiesta di proroga nel 2023 di livelli più bassi di accise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *