Al ristorante italiani sempre più attenti alla sostenibilità

Il mercato dei consumi fuori casa chiude il 2023 in positivo sia in termini di presenze che di spesa complessiva. I dati dell’indagine CREST di Circana, che monitora i consumi fuori casa, indica per il 2023 una crescita in spesa del 10,1% e in traffico del 4,4% rispetto all’anno precedente. La spesa è trainata dall’aumento dei prezzi e l’impatto che questo ha sul potere di acquisto dei consumatori resta una preoccupazione per i mesi a venire.

“I tassi di crescita fuori casa stanno rallentando e in futuro dobbiamo aspettarci un consumatore più cauto e selettivo nelle proprie scelte”. Dichiara Matteo Figura, Executive Director Foodservice di Circana Italia. “In questo contesto continua Figura – creare un legame emotivo che porta alla fidelizzazione dei consumatori diventa cruciale e i consumatori sono sempre più attenti alla componente valoriale nell’offerta ristorativa.”

L’indagine Circana rileva una sempre maggiore attenzione alla sostenibilità da parte dei consumatori italiani anche nelle scelte di consumo fuori casa. Tra gli intervistati il 57% dichiara che la sostenibilità è importante, anche quando frequenta i Ristoranti e questa attenzione cresce tra gli appassionati di Bar e Ristoranti (67%).

In che modo l’offerta ristorativa può essere sostenibile? La lotta agli sprechi è in questo senso un tema di grande attualità e di recente si è molto parlato della doggy bag ovvero di introdurre l’obbligo per i Ristoranti di fornire la possibilità di portare a casa i propri avanzi. Circana ha chiesto ai consumatori un’opinione su questo e ben l’83% si dice abbastanza o molto d’accordo. A tal proposito Figura dichiara che “il consumatore vede nella doggy bag un modo concreto di agire in maniera sostenibile. L’88% degli intervistati ne farebbe uso se ne avesse la possibilità e metà di questi dichiara che prenderebbe la doggy bag sempre. Questo ha a che fare con l’ambiente ma anche con la sostenibilità economica visto il contesto di incertezza di questi giorni”.
L’attenzione all’ambiente si lega inevitabilmente al concetto di benessere. Per il 65% degli intervistati le abitudini alimentari sane sono più sostenibili per l’ambiente. Matteo Figura parla del bisogno di prendersi cura che i consumatori esprimono nelle loro scelte: “Il format del futuro è quel luogo che saprà prendersi cura del pianeta, delle persone e di tutti i clienti con bisogni specifici”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy link