Finanziamenti MPS per la crescita delle imprese agroalimentari all’estero

Banca Monte dei Paschi di Siena e Assocamerestero, l’Associazione delle 86 Camere di Commercio Italiane all’Estero (CCIE) e di Unioncamere, hanno siglato un accordo per favorire l’internazionalizzazione delle imprese italiane operanti nel settore agricolo e agroalimentare. Il protocollo è stato sottoscritto a Siena nella sede storica della Banca, da Paolo Delprato, Responsabile Prodotti Imprese, Finanza Agevolata e Organismi di Garanzia di Banca MPS, e Domenico Mauriello, Segretario Generale di Assocamerestero.

La partnership ha l’obiettivo di promuovere lo sviluppo della filiera agroalimentare attraverso la messa a disposizione di prodotti e servizi bancari a sostegno di progetti di investimento, legati anche allo sviluppo tecnologico sostenibile, nonché, attraverso il supporto delle CCIE, iniziative di ingresso delle imprese italiane nei mercati esteri per rafforzarne la competitività e facilitarne l’espansione commerciale, produttiva e la crescita dimensionale. Prevede, inoltre, servizi di consulenza su strumenti di finanza agevolata, anche attraverso incontri di formazione, realizzazione di road-show sui territori e tavoli periodici per un confronto su temi strategici per il settore con il coinvolgimento di imprenditori, esperti del settore, rappresentanti del mondo accademico ed esponenti delle associazioni di categoria.

L’accordo si inserisce nel contesto di una più ampia strategia di Banca Monte dei Paschi di Siena a sostegno del settore agroalimentare e della DOP Economy. Attraverso i suoi 15 centri specialistici, dislocati su tutto il territorio nazionale nelle aree a maggior vocazione agricola, la Banca promuove un modello di interazione con i distretti e le imprese agricole capace di rispondere in modo mirato alle diverse necessità degli operatori del settore e delle filiere ad esso collegate. Inoltre, con il nuovo progetto “Banca Verde Agridop” dedicato alle DOP e IGP italiane la Banca propone nuove soluzioni per aumentare la qualità, la sostenibilità e la transizione ecologica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy link