Luca Caramellino è il nuovo enologo di Tenute Ballasanti

Qualità, innovazione e attenzione al territorio: Tenute Ballasanti sceglie l’enologo Luca Caramellino per dare eleganza e personalità ai propri vini, mantenendone intatto il carattere. Inizia una nuova fase per l’azienda nata da Manuela Seminara, donna siciliana innamorata della sua terra natìa, con una brillante carriera manageriale, e Fabio Gualandris, top manager, astrofisico e innovatore bergamasco con la passione per la botanica.
Classe ’71, di origini piemontesi, Luca Caramellino si laurea in Viticoltura ed Enologia nel 1996 e dal 2007 intraprende una carriera come consulente libero professionista, collaborando con diverse cantine in tutto il territorio italiano. La sua visione della vendemmia si rifà a una missione dove vendemmiatori, cantinieri e operatori in prima linea dedicano impegno e passione al processo vitivinicolo. L’ecletticitàe la fantasia che lo contraddistinguono si ispirano all’amore per il mare e i viaggi e portano una ventata di freschezza e innovazione al progetto Ballasanti.
“La collaborazione con Luca nasce da un incontro di spiriti affini – afferma Manuela Seminara, titolare dell’azienda –. Abbiamo scelto di affidarci a lui perché è un autentico poeta del vino, con il quale abbiamo trovato una profonda sintonia nel linguaggio enologico. Il suo ingresso non cambierà l’identità della tenuta, anzi, ci aiuterà a esprimerla ancora meglio: i nostri vini rimarranno fedeli a se stessi, ma acquisiranno sfumature diverse, sottolineando la continuità e l’evoluzione del nostro progetto”.
Parallelamente al miglioramento di vini e immagine aziendale, è stato avviato un processo di restyling delle etichette. Le referenze, ora imbottigliate in borgognotta, includono l’Etna Bianco Doc, l’Etna Rosso Doc e il Nerello Mascalese Sicilia Doc. Le nuove etichette richiamano i tratti distintivi dell’azienda attraverso il concetto del triangolo, la figura geometrica perfetta.
I due triangoli disegnati nella grafica, uno rivolto verso l’alto e l’altro verso il basso, convergono in uno stesso punto simboleggiando l’incontro di due nature diverse, Manuela e Fabio. In trasparenza, sulla vetta di ciascuno, un’analogia alla colata lavica richiama parte del logo rappresentando una duplice visione del vulcano: quello reale, l’Etna, e quello ideale, Tenute Ballasanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy link