Maretti: far partire la filiera del vino dealcolato, nuova opportunità per il settore

 “In questo momento di mercato difficile, il vino dealcolato può essere un ulteriore segmento dove c’è domanda che va incontro ad esigenze di consumo, quello dei giovani, quello attento a certi requisiti di benessere”. Lo ha affermato Cristian Maretti. Abbiamo incontrato il Presidente di Legacoop Agroalimentare a Verona durante il Vinitaly. Al Salone proprio i vini dealcolati l’hanno fatta da protagonisti. 
Per questo Maretti vede con favore gli annunciati provvedimenti normativi per far partire questa filiera.

Quello che stimoliamo negli incontri istituzionali è di arrivare in porto in tempi brevi, invece di prevedere provvedimenti che magari ricalchino vecchi schemi di estirpazione per equilibrare domanda e offerta. Il rischio è infatti che non si riesca a raggiungere l’obiettivo per il quale erano stati pensati e questo porta ad una scarsa soddisfazione dei produttori. Se non, addirittura diventano incentivazioni, buone uscite per chi comunque aveva deciso di smettere di produrre”  prosegue Maretti, 

Qual è, quindi, la vostra proposta?

Quello che occorre è,  una impostazione di sviluppo di mercato su nuovi prodotti e con nuove modalità, su nuove fasce di consumo e nuovi mercati, senza mai dimenticare che un vino senza alcol può ambire a posizionarsi come bevanda, come prodotto anche su quei mercati dove per motivi religiosi l’alcol non è permesso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy link