Appuntamento a Rimini con Macfrut 2024

Tutto pronto per Macfrut 2024, la vetrina internazionale della filiera dell’ortofrutta. Appuntamento al Rimini Expo Centre dall’8 al 10 maggio insieme alle proposte di 1400 espositori da tutto il mondo in rappresentanza dell’intera filiera, saloni tematici, un centinaio di eventi su trend e tendenze del settore, e un doppio campo prova di circa 3000 mq sull’innovazione frutticola e orticola. Marcata la presenza estera con il 40% di espositori oltreconfine che fanno di Macfrut l’evento agrifood più internazionale nel nostro Paese, a cui si aggiungono 1500 top buyer grazie al fondamentale supporto di Agenzia Ice. Area internazionale partner sarà la Penisola Arabica, presente con un centinaio di buyer, mentre Regione partner sarà la Puglia con le sue produzioni d’eccellenza, a partire dall’Uva da tavola prodotto simbolo della 41esima edizione della fiera. 

Protagonista della tre giorni è l’ortofrutta settore centrale nell’agroalimentare del nostro Paese con un valore di oltre 16 miliardi di euro nella fase agricola che salgono a circa 50 miliardi sull’intera filiera. Le esportazioni di ortofrutta fresca e conserve nel 2023 hanno toccato quota 11,6 miliardi di euro di cui 5,7 derivanti dai prodotti freschi. In Italia complessivamente sono 300mila le aziende coinvolte per 1,3 milioni di ettari per una produzione di circa 24 milioni di tonnellate di frutta e verdura (fonte Ismea).

inaugurare Macfrut alle ore 11 sarà il Ministro dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e Foreste Francesco Lollobrigida, alla presenza di Stefano Bonaccini Presidente Regione Emilia-Romagna, Donato Pentassuglia Assessore Agricoltura Regione Puglia e Renzo Piraccini Presidente di Macfrut.  A seguire alle ore 12.00 presso lo stand Ismea/Masaf ci sarà un confronto su “Le priorità del mondo agricolo nella nuova Europa” che metterà a confronto Cristiano Fini Presidente Cia nazionale, Massimiliano Giansanti Presidente Confagricoltura nazionale, Ettore Prandini Presidente Coldiretti nazionale, Livio Proietti Presidente Ismea, Marco Riccardo Rusconi Direttore Aics, Luigi Scordamaglia Amministratore Delegato Filiera Italia, Matteo Zoppas Presidente Agenzia Ice, Renzo Piraccini Presidente Macfrut. Le conclusioni sono affidate al Ministro Francesco Lollobrigida. 

Tratto distintivo di questa 41esima edizione di Macfrut è il forte carattere internazionale della manifestazione con oltre il 40% degli espositori da quattro Continenti. A partire dall’Africa, in fiera con 400 espositori da 24 Paesi con tante prime volte come nel caso di Ruanda, Repubblica Democratica del Congo, Marocco, Namibia e Togo. Tra le conferme con aree ampliate troviamo Egitto, Algeria, Sudafrica, Nigeria, Mozambico e Mali con 37 imprese. Un’altra area importante è il Continente Sudamericano grazie a collettive da Cile, Panama e Repubblica Dominicana, Venezuela, Cuba e Argentina. E ancora, la Penisola Arabica con un centinaio di buyer da quell’area con la presenza anche di Emirates SkyCargo per le opportunità di business e hub logistico in quell’area. 

Sul fronte delle new entry troviamo l’India, presente anche con una cinquantina di top buyer, Turkmenistan, Uzbekistan, Azerbaijan, Libano, Brasile e Argentina, mentre in ambito europeo importante è la presenza di 22 grossisti dai due principali mercati della Spagna (Madrid e Barcellona). Sempre sul fronte internazionale saranno presenti 13 sedi internazionali di Aics (Agenzia Italiana per la Cooperazione e lo Sviluppo) sulle 19 dell’Agenzia nel mondo. 

top buyer sono 1500 provenienti da tutto il mondo nella tipologia di prodotto, tecnologie e filiera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy link