Cibus 2024 ai nastri di partenza, alcune novità della 22esima edizione da domani a Parma

Da domani a venerdì a Parma l’edizione 2024 di Cibus, il Salone internazionale dell’alimentare e del food Made in Italy. L’edizione numero 22 presenterà oltre 3mila brand su circa 120mila metri quadrati di superficie espositiva. Ricca la presenza internazionale con buyers provenienti in particolare da Stati Uniti, Germania, Spagna, Francia, Regno Unito e Medio Oriente.

Molti i convegni e gli eventi durante la manifestazione, così come pure le novità presentate dalle aziende espositrici.

Citterio (Pad 3 Stand A026) racconterà l’esperienza ultracentenaria nella salumeria Italiana, con la gamma di specialità prodotte nelle terre di origine, nel rispetto delle antiche ricette e delle lavorazioni tradizionali. Durante la fiera, presenterà diverse novità tra cui una nuova eccellenza DOP in vaschetta, che verrà anche esposta all’interno del Cibus Innovation Corner, uno spazio dedicato ai prodotti più innovativi e di tendenza. Inoltre l’azienda proporrà altre specialità, formati innovativi per ricettazioni in chiave gourmet, con l’utilizzo di materie prime 100% italiane, soluzioni pratiche e gustose, oltre a nuove linee dedicate al mercato estero, in particolare a quello francese.

Pernigotti e Walcor, controllate da JP Morgan, presenteranno alcuni nuovi prodotti. In particolare Pernigotti presenta la nuova “linea banco”, che si comporrà di snack innovativi ispirati agli iconici Gianduiotti e Cremini al gusto Classico e Nero fondente. Questi nuovi snack, del peso di 40 grammi e con la grafica del packaging metallizzato che richiama quella rinnovata delle due praline, ne mantengono la ricetta e anche l’impiego solo di nocciole italiane. Sono destinati al consumo d’impulso e distribuiti nel canale bar/tabacchi. 

Monini porta al Cibus prodotti di grande qualità, sicuri, trasparenti, sostenibili e capaci di generare valore condiviso lungo la filiera. Tra questi la nuova referenza della gamma L’Oliva, la Nocellara, una delle più buone e pregiate cultivar di olive verdi italiane, in versione non denocciolata.

Parmacotto Group (area esterna 079) presenta il suo nuovo concept “Gourmet à Porter”: il format retail, da poco inaugurato a Lugano, rappresenta il primo di una serie di store dedicati che vedranno la loro realizzazione in Italia e all’estero nei prossimi anni. La nuova apertura rientra nelle strategie di internazionalizzazione e di diversificazione dei canali distributivi del Gruppo.

Il Consorzio del Pecorino Romano (Pad. 2 stand 050) oltre a far conoscere il prodotto in purezza grazie alla collaborazione con lo chef Matteo Barbarossa, permetterà di assaggiare piatti della tradizione dalla carbonara alla cacio e pepe, dalla gricia alla amatriciana fino ai cremosi e avvolgenti risotti

Conserve Italia partecipa con un ampio stand (pad. 5 – stand H10) che racconta l’eccellenza della filiera agricola 100% italiana, fondata sul lavoro di oltre 14.000 soci produttori riuniti nelle 39 cooperative che attualmente costituiscono il consorzio.
Tante le innovazioni di prodotto presentate per l’occasione, a partire dalla “rivoluzione” portata da Yoga nello scaffale dei succhi di frutta con la nuova bottiglia nel formato famiglia (1 litro): va a sostituire quella precedente che in 18 anni ha venduto oltre 560 milioni di litri, raggiungendo ogni anno 4 milioni di famiglie. Altra novità sempre per Yoga è la linea al gusto ACE in quattro diverse declinazioni e per la prima volta nella confezione di cartone (Tetra Gemina). Non mancano poi iniziative come i brik Optimum Yoga caratterizzati dai personaggi di Super Mario e la collezione dei tappi delle province italiane nella gamma da 125 ml in vetro. Valfrutta presenta la nuova ricetta del Frullato Proteico con il raddoppio di proteine vegetali (da 20 a 40 per litro), anche nella versione per i bar che sta riscuotendo un notevole successo.Altra novità di Valfrutta è la nuova gamma dei Triangolini Morbidini, le polpe di frutta per bambini in confezione doypack caratterizzate da giocosi personaggi del mondo animale.Nel comparto del pomodoro, la gamma di Passate Cirio (Verace, Rustica e Maremma Toscana) si presenta con la nuova immagine completamente rivisitata per il mercato interno, e che sarà protagonista anche delle prossime campagne di comunicazione. Per l’export, dopo il positivo lancio nel Regno Unito della Polpa Cirio Climate Neutral (con emissioni azzerate grazie al sostegno ad un progetto di valorizzazione dell’ecosistema lagunare), tocca alla Passata Cirio diventare Climate Neutral per i principali mercati europei, sempre molto attenti all’attenzione all’ambiente. Nel comparto delle conserve vegetali, si estende il progetto di tracciabilità per le gamme Valfrutta dei legumi e del mais dolce lavorati da fresco, così da poter raccontare tramite QR Code la storia dei produttori italiani. Altra novità riguarda la soia edamame da filiera italiana lavorata da fresco, con l’indicazione delle regioni di provenienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy link