I surgelati sempre più consumati dagli italiani, che spesso li preferiscono ai prodotti freschi

Gli alimenti surgelati sono consumati dal 90% degli italiani e la metà ne fa un uso abituale. E’ quanto emerge dall’ultima ricerca condotta da AstraRicerche per Iias, Istituto Italiano Alimenti Surgelati.

Sono apprezzati per comodità, convenienza economica e praticità soprattutto dai giovani: il 50% della Generazione Z e il 45% dei Millennials.

In termini di convenienza economica, i surgelati abbattono un vecchio tabù, rivelandosi meno costosi dei freschi: se si considera il loro valore totale (costi + tempi di preparazione + spreco alimentare), i fagiolini freschi, ad esempio, “costano” il 53% in più dei surgelati; i filetti di merluzzo il 60% in più; e per preparazioni più complesse come la paella, si arriva addirittura a una differenza del 246% a favore del frozen.

Per quanto riguarda il gusto per oltre la metà degli italiani, i prodotti surgelati sono preferiti ai freschi per bontà, consistenza e percezione di freschezza. Per esempio il 61% degli intervistati preferisce il gusto del minestrone surgelato rispetto a quello fresco; il 64% quello del merluzzo e il 66% ritiene i fagiolini in versione frozen più buoni dei freschi.

Ciononostante 2 consumatori su 10 considerano ancora “surgelato” e “congelato” come sinonimi; circa 1 su 3 non è ben informato sui corretti metodi di scongelamento; solo 4 su 10 sanno che gli alimenti surgelati non contengono conservanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy link