Il comparto dei sottoli e dei sottaceti vale 700 milioni

Nel 2023 il comparto sottoli e sottaceti ha venduto nel segmento retail un totale di 84.800 tonnellate per un controvalore di oltre 687 milioni di euro. Il prodotto più venduto della categoria restano le olive, seguono i sottoli, con una top tre che comprende: carciofini, funghi champignon e pomodori. Infine i sottaceti, con il podio occupato da capperi, cetriolini e cipolline. 

E’ questa la fotografia del comparto emersa in occasione della presentazione della campagna “Fatti sotto”, dedicata a questa categoria di prodotti e voluta dall’Unione Italiana Food. 

“E’ un progetto voluto fortemente da UIF e dalle aziende produttrici – spiega Mario Piccialuti, direttore generale di Unione italiana food – con l’obiettivo di accendere i riflettori su questi prodotti della tradizione italiana, far conoscere le loro caratteristiche, la loro storia e la loro origine, che è davvero molto risalente. Ma la campagna vuole anche porre l’accento sulle aziende che, da decenni in Italia, lavorano questi veri e propri tesori dell’orto e li ripropongono in modo sicuro e accessibile ai consumatori. Si tratta di un settore con aziende storiche, grandi e piccole, che hanno scelto questa produzione e la portano avanti con passione e ricercando prodotti sempre nuovi, in grado di stimolare la fantasia dei consumatori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy link