Nasce Gemuto, l’olio di D’Annunzio

È dagli olivi secolari de Il Vittoriale degli Italiani, complesso fatto costruire da Gabriele D’Annunzio tra il 1921 e il 1938 a Gardone Riviera sulle rive del lago di Garda, che nasce l’olio extravergine Gemuto nome suggerito dai celebri versi del Vate contenuti nel diario lirico Alcyone.
Un progetto reso possibile dalla collaborazione tra il Frantoio Bonamini eccellenza della Val d’Illasi (Vr) – che ad oggi comprende 5.200 piante coltivate su 21 ettari e una produzione di 270.000 bottiglie l’anno distribuite in Italia e all’estero – e la Fondazione del Vittoriale presieduta da Giordano Bruno Guerri.

60 anni di tradizione che il Frantoio Bonamini ha messo al servizio del Vittoriale per realizzare un olio speciale con il frutto dei suoi olivi secolari: “Poter prestare la nostra esperienza per questo progetto ci ha riempiti di soddisfazione – spiega Giancarlo Bonamini, che insieme alla moglie Sabrina gestisce lo storico Frantoio di famiglia -. Da sempre lavoriamo con standard di qualità altissimi e questa attenzione per i dettagli ci ha permesso di realizzare un olio dalle eccellenti proprietà”.

L’olio “Gemuto” si presenta di colore giallo chiaro con qualche sfumatura verde; il suo profumo è quello tipico di un olio fruttato. In bocca risulta pieno e fragrante, e lascia un aroma molto gradevole. 
Grazie a queste caratteristiche si presta bene per essere abbinato a piatti e ricette a base di pesce di lago, ma anche a carni bianche, carpacci di carne e pesce, pinzimonio, verdure crude, bruschette vegetariane e formaggi cremosi e freschi come mozzarella, ricotta o stracchino. Abbinamenti tutti da provare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy link